La settimana di… Roberto Castiglione

 

Il secondo appuntamento con Roberto Castiglione è dedicato ai Personaggi principali de “La Dea di Hesperia”. Conosciamoli insieme e restituiamo la parola a Roberto

Clelia Herennia Secunda: Ha ritrovato Aulo, il suo amore perduto, e spera di trascorrere con lui tutto il tempo che gli Dei le hanno concesso più gli interessi. Purtroppo dovrà confrontarsi con una potente nemica, la malefica Eresh Kigal. La Grande Madre Terra le contrappone il suo alter ego oscuro attirandola in una contesa millenaria.

Aulo Persio Severo: Il comandante della Legio IV Italica Invicta ha appena espresso il desiderio di passare il resto della vita al fianco di Clelia e si ritrova proiettato nell’Età del Bronzo. Suo malgrado si vede coinvolto in una guerra di proporzioni mondiali contro nemici umani e non. Il congedo è ancora lontano nonostante siano trascorsi quarantanove anni sei mesi e un giorno di servizio.

Quinto Furio Camillo: Il centurio primuspilus si trova a suo agio in ogni epoca e contro qualsiasi nemico.L’importante è che le razioni siano ottime e abbondanti e il vino scorra limpido e sincero nella sua coppa. Anche la birra è gradita, specie se ghiacciata.

Servio Tullio Lusitano: Anche per il Centurio Prior della Seconda Coorte non hanno importanza l’epoca e il nemico da affrontare. Si sistema i capelli con cura e cala l’elmo sulla fronte. Si pone molte più domande di Quinto, ma tanto sa bene come suo fratello Aulo abbia tutte le risposte.

Caelio Persio Severo: l’ingegnere della Legione si ritrova in epoche per lui quasu primitive. Si rimbocca le maniche e dalle sue officine escono armi terribili in grado persino di superare le difese magiche di Eresh Kigal. Da anni accarezza un sogno terrificante. Rivela al fratello maggiore che gli piacerebbe distruggere le piramidi egiziane per poi ricostruirle più imponenti di prima. Aulo gli concede di radere al suolo una città intera, dicendogli di farsela bastare, per ora!

Settimio Caecina Albino: Deluso dalla sua personale visione della decadenza dell’Impero Romano, cerca di trovare conforto nelle braccia della principessa Ariadne. Lascia stupefatti i suoi compagni tentando la strada per lui impervia della monogamia. Quanto riuscirà a resistere? Nel frattempo rispolvera le sue indubbie doti di diplomatico e organizzatore già messe in evidenza negli anni della Legione.

La Legione: È un’unità dell’esercito romano, composta esclusivamente di soldati provenienti dall’Italia. Obbedisce come un sol uomo agli ordini del suo Tribunus Aulo Persio Severo e ha combattuto su tutti i fronti dell’Impero. Si ritrovano in piena età del bronzo a lottare contro nemici di altre ere, ma le centurie non si scompongono più di tanto. Il condottiero è alla testa delle coorti e le porterà alla vittoria ancora una volta.

“Questi sono i personaggi che animano le trame dei miei libri, cinque legionari romani e Clelia, dotata di poteri straordinari che ha acquisito in lunghi anni di studio in Hibernia (Irlanda).

C’è Aulo Persio Severo, il comandante della Legione e uomo di grande cultura; suo fratello minore Caelio, ingegnere e costruttore di machine da guerra; Quinto il feroce centurione sempre pronto a menar le mani, alzare coppe di vino e mangiare; Sesto, il capitano della cavalleria e fine esteta; infine Settimio, il più grande frequentatore di letti altrui dell’Impero Romano.

Si conoscono fin da piccoli e hanno attraversato decenni di battaglie insieme, combattendo in Oriente contro i Persiani, in Germania contro gli Alamanni, in Italia, in Tracia, in Egitto. Sono giunti fin oltre l’Indo e si sono scontrati con alcune tribù nomadi per la difesa di una fortezza particolare dove hanno ricevuto un altrettanto particolare dono. Mi vorrei soffermare su questi personaggi poiché come si è detto per me l’amicizia vera è molto importante. Ognuno di loro ha una caratteristica che li avvicina ai miei amici d’infanzia e giovinezza. Ricreandoli nei miei racconti, mi pare quasi di rivederli e rivivere quei tempi.

Alcune storie devono ancora essere pubblicate, ma sono già pronte. In questo caso i legionari e Clelia devono affrontare un nemico che si è rifugiato molto lontano dalla loro epoca e ne ha risvegliato un altro ben più pericoloso. Dovranno andare indietro nel tempo fino all’età del bronzo e visitare la Micene degli Achei per poi recarsi fino sulle coste della Siria. Ittiti, Egiziani, Assiri, Hurriti e altre popolazioni del XIV secolo avanti Cristo li aiuteranno a sconfiggere la Regina Oscura.”

La dea di Hesperia.jpg

 

Ecco un estratto da Dea di Hesperia (2014), pp. 70-71: L’arrivo nella Grecia Micenea.

(Una tempesta scatenata dagli Dei ha spinto la nave sulla quale viaggiavano i personaggi del romanzo indietro nel tempo, arrivando sulla spiaggia di fronte alla città greca di Tirinto. Aulo e i suoi stavano tornando verso la Siria, ma arrivati all’altezza di Creta un uragano li ha lanciati verso le coste del Peloponneso e verso un’epoca ben distante dalla loro, 395 dopo Cristo. Si tratta quindi di un doppio viaggio nel passato, dal momento che i voyageurs non sono uomini contemporanei, bensì essi stessi fanno parte del nostro trapassato remoto.)

(…) Settimio osservò con interesse il paesaggio, si voltò e disse ad Aulo:

«Siamo in Argolide. Riconosco questi posti. Ci siamo già stati una ventina d’anni fa. Me li ricordavo diversi, ma quella è Argo e quella è Tirinto. Il mare mi sembra che arrivi più vicino alla città, Ti pare?»

«Sì, Settimio. Noti qualche altra differenza?»

Sicuramente c’erano molti meno alberi. Ora le colline ne sono piene. Li avranno ripiantati come ha fatto Clelia a Volaterrae. Saranno milioni!»

Un ruggito turbò la pace di quella mattina. Era molto vicino, ma la belva non avrebbe osato accostarsi a così tanti uomini armati. Forse riusciva persino a percepire la potenza della magia di Clelia.

«Hanno riportato anche i leoni? Hanno voluto fare un lavoro di fino, ricreando l’ambiente che c’era secoli fa. Chissà poi perché l’avranno fatto? Con tutti i guai dell’Impero in Grecia si mettono a fare questi giochi!» borbottò tra sé «E poi che caldo! Sembra di essere a giugno, mentre siamo a marzo. Guarda il grano ormai maturo. Tra pochi giorni potranno mieterlo. Qui si possono fare due raccolti all’anno!»

Gli altri iniziarono a guardarsi intorno preoccupati dalle parole di Settimio. Caelio studiò le mura di Argo. Lo videro trasalire e portarsi le mani alla testa.

«Ha capito per primo! Del resto è tuo fratello!» disse Clelia.

Sesto scrutò meglio la spiaggia e il fiume che sfociava sotto le mura ciclopiche di Tirinto, si voltò verso Aulo e scosse la testa disperato.

«Ecco il secondo! Come pensavo!» disse il comandante.

«Vi devo una spiegazione. Due di voi ci sono arrivati, ma vedo che gli altri non hanno compreso quello che ci è successo stanotte. La Moira è stata proiettata indietro nel tempo. Siamo lontani circa diciassette secoli da casa e forse anche di più. Siamo al tempo degli Achei; quelli della guerra di Troia per capirci.

Sicuramente non siamo venuti qui per caso e l’incontro con gli inviati del re chiarirà la situazione» disse Aulo.

Le reazioni furono diverse. Le ragazze di Clelia non si spaventarono e sembrarono eccitate per la bella avventura. Claudia le rimproverò dicendo che non fosse esaltante trovarsi così lontane dal proprio tempo.

Quinto chiese informazioni a Sesto sugli Achei, mentre Settimio stranamente se ne stava zitto e buono, appoggiato alla murata con un sorriso beato sul volto.

«Credo di sapere il perché!» disse Aulo a Clelia «Sta valutando il fatto straordinario che potrà avere donne anche nel passato dopo averne quasi esaurito la scorta nel presente»

«Non pensa ad altro?»

«Raramente. E’ un ottimo soldato quando decide di fare sul serio» rispose. Si voltò verso la spiaggia e vide la delegazione degli Achei in arrivo. Una nuvola di polvere bianca saliva dalla strada che portava a Micene.”

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...