La settimana di… Valeria Di Leo

Eccoci al secondo giorno della settimana di Valeria Di Leo, Vi proponiamo un brano tratto dal libro “Non ditelo alle viole“. Parla Carlo, il protagonista indiscusso del romanzo:

 

(…) Quella è stata la nostra ultima conversazione.
Sei stata di parola, non sei più tornata.
È stata tua madre a renderti visita, di tanto in tanto.
Durante quella telefonata, avrei voluto dirti molto altro ancora.
E, più di ogni cosa, sarei voluto venire lì da te, solo per abbracciarti.
L’avrei fatto, se solo tu me l’avessi chiesto. Avevo dei risparmi e sarei stato in grado di pagarmi il biglietto. Non ditelo alle viole
Ti avrei stretta forte, così forte da non farti quasi respirare.
Non ne avrei avuto alcun diritto, ma sono un prepotente e ti avrei abbracciata lo stesso.
Sarebbe stato un abbraccio sincero, lo giuro, pieno dell’amore che ho provato per te.

Avrei voluto dirti – come se il tempo si fosse fermato, come se fossimo tornati bambini – che, se esisteva un paradiso, doveva per forza esserci quello dei gatti, comunicante con il nostro.
Che mi piaceva pensare che Pablito fosse là e che ero certo gli fossero spuntate persino delle ali.
“Un giorno ci andrò e glielo dirò!” mi ripetevo.
Un giorno…
Invece il tempo è trascorso, lasciandomi da solo con il rimpianto di non averlo preso davvero quell’aereo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...